Crisi di Governo

La forza del m5s è che, a mio parere, essendo nato inizialmente dal tradimento a sinistra, ha voluto superare la rigidità del posizionamento, proponendo indifferentemente temi di destra e temi di sinistra insieme. Non ha più distinto tra destra e sinistra, ma tra temi utili e temi inutili. Sotto questo punto di vista, apparentemente pur sembrando una forza di centro, è una forza estremista che vuole realizzare le cose senza tante frottole, a tappe forzate e con fermezza.

Altra falsa apparenza per gli opinionisti, è ritenere sacarilego il rivolgersi a destra o a sinistra in egual modo. E' una conseguenza diretta della sua natura e tra l'altro non si capisce perchè un'equivalente critica non sia mai stata rivolta ai partiti di centro tradizionali, che invece sono stati i maggiori responsabili dell'inconcludenza italiana e del non rispetto dei programmi siglati (Qualcuno ricorda l'atteggiamento di Mastella nei confronti dei DICO, tanto per fare un esempio?). Se ci si rivolge a destra si mettono in pratica temi di destra (senza però abbandonare quelli di sinistra e attendendo di realizzarli in altri momenti favorevoli alla sinistra), se ci si rivolge a sinistra si mettono in pratica temi di sinistra (senza però abbandonare quelli di destra e attendendo di realizzarli in altri momenti più favorevoli a destra).
Come mai però a mio avviso l'unica possibilità, per adesso è rivolgersi alla Lega? Perchè il PD, per lo stato in cui si trova, la storia recente di tradimenti, scissioni, inconcludenza non è in grado neanche di attuare i propri temi, cioè quelli cari alla sinistra anzi, non fa politiche di sinistra ormai da decenni e non le fa perchè è fatta da gente che pensa solo all'interesse personale (contravvenendo alla natura collettivizzante che dovrebbe avere la sinistra). Quel tradimento, tutt'ora in corso, ha dato via al movimento: Grillo non chiese la tessera a Forza Italia ma al PD; Grillo non si rivolse a Berlusconi per tentare un cambiamento, ma portò un faldone di proposte raccolte dal blog a Prodi. Ma quello, dormiva !

Dunque, allearsi momentaneamente col pd, (inutile venirci a parlare di contratto...quando si va al governo insieme si è in alleanza, punto.) è il più grave errore che il m5s può fare adesso. Ancora quelle critiche che provenivano da sinistra non sono venute meno. Stare sempre sotto ricatto di correnti, singoli voti del gruppo misto, avere 100 teste come interlocutori e non 1 sola , come Di Maio invece chiedeva al centrodestra (cioè un'unica testa con cui discutere: Salvini), è l'indizio che quel Governo non farà niente. Mostrarsi inconcludenti, quando si è al governo, e non all'opposizione è il maggior pericolo per il movimento.

Lascia un commento