Questioni di Sovranità

Leggo ricostruzioni per le quali nella trattativa lega-5s, la lega sia indispettita sul piano dei migrati e del rapporto con l'europa. Francamente ritengo che questi temi non siano più confinabili nell'alveo del centrodestra, cosi come i temi ecologici che fino a 20 anni fa erano argomento di sinistra o di partiti d'area (es. Verdi) sono diventati inevitabilmente di interesse collettivo (e finalmente, direi, visto che a Taranto o nella terra dei fuochi, si muore senza distinzione di colore politico). Aggiungiamo che Mattarella vuole porre dei paletti, come accettare il premier, imporre il rispetto dei vincoli europei, o far di tutto per evitare che Salvini vada agli interni. Dobbiamo porci una domanda: Se al posto del m5s, ci fossero stati gli altri compari di destra, i Brunetta, i Berlusconi ecc. i commentatori televisivi da strapazzo se lo sarebbero chiesti se il loro programma di governo sarebbe rimasto solo un libro dei sogni, senza cambiare quei paletti? Oppure in quel caso, Mattarella si sarebbe frenato nel ricordare Einaudi e il suo ruolo non notarile ? Il punto è che la sovranità appartiene al popolo...ma solo se il popolo è compatto e marcia tutto in un'unica direzione, e in particolare se i rappresentanti…

Crisi di Governo

La forza del m5s è che, a mio parere, essendo nato inizialmente dal tradimento a sinistra, ha voluto superare la rigidità del posizionamento, proponendo indifferentemente temi di destra e temi di sinistra insieme. Non ha più distinto tra destra e sinistra, ma tra temi utili e temi inutili. Sotto questo punto di vista, apparentemente pur sembrando una forza di centro, è una forza estremista che vuole realizzare le cose senza tante frottole, a tappe forzate e con fermezza. Altra falsa apparenza per gli opinionisti, è ritenere sacarilego il rivolgersi a destra o a sinistra in egual modo. E' una conseguenza diretta della sua natura e tra l'altro non si capisce perchè un'equivalente critica non sia mai stata rivolta ai partiti di centro tradizionali, che invece sono stati i maggiori responsabili dell'inconcludenza italiana e del non rispetto dei programmi siglati (Qualcuno ricorda l'atteggiamento di Mastella nei confronti dei DICO, tanto per fare un esempio?). Se ci si rivolge a destra si mettono in pratica temi di destra (senza però abbandonare quelli di sinistra e attendendo di realizzarli in altri momenti favorevoli alla sinistra), se ci si rivolge a sinistra si mettono in pratica temi di sinistra (senza però abbandonare quelli di…

E' tutta colpa del Rosatellum ?

A più di un mese delle elezioni, ci chiediamo tutti a quali forze politiche verrà dato l'onere e l'onore di governare questo paese. Non si fa altro che attribuire la responsabilità di questo caos ad una legge elettorale, messa in piedi dal PD con l'intento di fare un dispetto al M5S ma fondamentalmente di natura proporzionale e che si è rivelata un boomerang per il PD stesso. Diciamocelo chiaramente, una legge elettorale è sufficiente, non buona o ottima, ma sufficiente cioè fa il suo dovere “sindacale”, quando riesce a proiettare in parlamento una corretta rappresentazione dell'elettorato e delle sue divisioni. I premi di maggioranza o i doppi turni, pur garantendo governabilità alterano la rappresentatività o in alcuni casi provocano la dittatura della migliore minoranza (e comunque già tali tentazioni sono state bocciate sonoramente sia dai cittadini che giustamente tengono alla propria rappresentanza, ma anche dalla corte costituzionale). Il rosatellum con tutti i suoi limiti non toracca il numero di seggi rispetto alle percentuali di voto ottenute, quindi tutti coloro, compreso M5S, che imputano tale casino alla legge elettorale mentono e lo fanno perchè non sanno adesso come uscrine da questa situazione. Io la soluzione ce l'ho, tornare subito al voto…