L' Approccio teorico alla Consulenza

Supponiamo che Tizio e Caio si rivolgono al consulente Sempronio per farsi risolvere 2 problemi simili ma non uguali : Problema 1 : Tizio chiede a Sempronio la realizzazione di un programma che dato un numero pari in input \(2n\) , produca in output, se esiste, il più piccolo numero primo \(p\) , tale che \(2n-p\) sia primo. Problema 2 : Caio chiede a Sempronio la realizzazione di un programma capace di produrre in output, dato un numero pari in input \(2n\), il più piccolo numero primo \(p\), tale che \(2n-p\) sia primo. I due problemi sono evidentemente diversi e di ciò ne sono consapevoli sia Sempronio che Tizio (che per fortuna è un cliente ragionevole o colto), ma non Caio. Caio pretende da Sempronio che lo rifornisca dello stesso "prodotto" pensando che questo sia risolutivo per il problema. Il comportamento di Sempronio rispetto alle richieste ossessive di Caio, può essere triplice: a) comportamento onesto e remunerativo b) comportamento onesto e non remunerativo c) comportamento disonesto e remunerativo a) Approccio onesto e remunerativo. Il Problema 1 è parzialmente decidibile e ciò ha permesso di implementare la relativa funzione calcolabile o parzialmente calcolabile che ha soddisfatto in pieno la richiesta del…